Curare i bambini con la Medicina Tradizionale Cinese - Kid Pass

Curare i bambini con la Medicina Tradizionale Cinese

La medicina tradizionale cinese è annoverata tra le medicine non convenzionali alle quali i genitori si rivolgono quando non trovano risposte soddisfacenti nelle comuni terapie. Scopriamo come integrarla correttamente con l’aiuto della dott.ssa Erika Biral del Policentro Pediatrico di Milano.

Curare i bambini con la Medicina Tradizionale Cinese

La medicina tradizionale cinese (MTC) è un sistema di conoscenze mediche teoriche e pratiche che si è formato in Cina, frutto di un sapere antichissimo. Si è progressivamente integrato da nuovi principi medici e filosofici e trasmesso fino al giorno d’oggi. La MTC è annoverata tra le medicine non convenzionali, alle quali spesso i genitori si rivolgono quando non trovano risposte soddisfacenti nella medicina occidentale e nelle terapie comunemente prescritte. Al giorno d’oggi tuttavia sarebbe auspicabile applicare una corretta integrazione tra i due saperi, per non ricorrere alla MTC come alternativa bensì come azione complementare alla diagnosi e terapia occidentale.

Come funziona la MTC in ambito pediatrico

La prevenzione e il mantenimento del benessere dell'individuo sono obiettivi primari della MTC. Lo stato di malattia viene letto come la manifestazione di uno squilibrio energetico. Le tecniche utilizzate nella MTC si propongono quindi di contrastare il sintomo, ma anche di cercarne le cause e di aiutare l’organismo ad attuare la guarigione e a mantenere lo stato di benessere ed equilibrio. Questi principi risultano particolarmente validi ed efficaci in ambito pediatrico perché il bambino ha una grande potenzialità e rapidità di risposta al trattamento: la risoluzione del quadro patologico permette di rendere disponibili risorse importanti per una crescita più armonica.

​Le tecniche della MTC sui bambini

Le tecniche più note utilizzate nella MTC sono:

- l’agopuntura, che agisce mediante l’introduzione di sottili aghi in particolari punti dei canali, detti meridiani, dove scorre l’energia;

- il massaggio tuina, che opera sul sistema tendino-muscolare, osteo-articolare, dei meridiani e dei singoli punti di agopuntura;

- la moxibustione, che si basa sulla stimolazione dei punti dell’agopuntura mediante il calore emanato da un sigaro di artemisia essiccata, mantenuto a poca distanza dalla pelle.

La scelta dello strumento terapeutico dipende dall’età, dal quadro clinico e dall’atteggiamento del bambino e dei genitori. In linea di massima, nella prima infanzia si usa prevalentemente il tuina, mentre più il bimbo cresce più acquista importanza il ruolo di moxibustione e agopuntura. Con il tuina è spesso più semplice riuscire ad approcciarsi al bambino, che la maggior parte delle volte gradisce le manovre, sia quelle praticate dall'operatore, sia quelle insegnate ai genitori che vengono ripetute a casa. Il tuina è uno strumento prezioso per i genitori, che possono utilizzare in qualsiasi momento della giornata ed in un luogo qualunque; inoltre serve ad intensificare il rapporto genitore-bambino, soprattutto nei primi anni di vita. L'agopuntura rinforza il lavoro del tuina e la sua azione arriva dove il tuina non riesce ad agire. Nello svolgimento della seduta solitamente si effettua prima il trattamento tuina e successivamente si inseriscono gli aghi; nei più piccoli si utilizza solamente un ago alla volta, anche per pochi secondi, mentre nei più grandicelli si possono lasciare contemporaneamente in sede anche 3-5 aghi per qualche minuto.

​Cosa può trattare la MTC in età pediatrica

In età pediatrica la MTC è un valido aiuto sia per i disturbi comuni dell’infanzia che nelle malattie ricorrenti o croniche. Attraverso la sua azione di riequilibrio del sistema energetico, può limitare il ricorso ai farmaci e contenerne gli eventuali effetti collaterali, rinforzare la costituzione e regolare il sistema immunitario, tonificare l’organismo nei casi di poco appetito e svogliatezza, tranquillizzare il bambino se dorme male o è agitato. Per questo motivo può essere di aiuto già nella primissima infanzia, nei casi di coliche gassose, inappetenza, disturbi dell’alvo, disturbi del sonno e, più in generale, per analoghi disturbi in tutte le età; inoltre può dare beneficio nei casi di infezioni ricorrenti, soprattutto nell’ottica della prevenzione, e nei casi di enuresi.

​Quanto dura la terapia?

Nell’età infantile non sono necessari interventi particolarmente forti, soprattutto nel caso delle malattie più comuni, così il trattamento con tuina praticato dal medico e dai genitori insieme all'agopuntura è in genere risolutivo in breve tempo. I tempi di risposta, che sono in genere molto rapidi per quanto riguarda la remissione dei sintomi acuti, sono invece più lunghi se si vuole intervenire sulla "radice", cioè sulle condizioni di fondo del sistema con una rettifica dell'assetto energetico; in quest'ultimo ambito rientra anche l'aspetto della prevenzione di malattia, così importante per la medicina di oggi.

​La medicina tradizionale cinese in Italia

La MTC in Italia è ancora poco diffusa in ambito pediatrico, anche tra chi sceglie una medicina non-convenzionale: l'agopuntura può suscitare nei genitori perplessità e paure, tanto che il trattamento dei bambini può intimidire anche molti agopuntori, e il tuina fino a qualche anno fa era praticamente sconosciuto nella sua forma pediatrica. Una corretta integrazione tra le diverse conoscenze mediche, orientale e occidentale, senza mistificazioni, sarebbe importante in futuro per promuovere il benessere del piccolo bambino di oggi, adulto e genitore di domani.

Il profilo della dott.ssa Biral del Policentro Pediatrico di Milano
 

Utilizzando il nostro sito web si acconsente all'impiego di cookies in conformità alla nostra politica sui cookies   Ok