La testata giornalistica online sul mondo delle famiglie e dei bambini - Kid Pass

La circolare della discordia: perché i bambini non possono tornare a casa soli da scuola?

In controtendenza rispetto a quello che succede ad altri paesi europei, molti presidi in tutta Italia hanno emanato una circolare che vieta ai ragazzi delle medie in uscita da scuola di tornare a casa senza un adulto. E i genitori protestano.

Un circolare diffusa nei giorni scorsi ha sancito che i ragazzi delle medie non possono tornare a casa da soli dopo le lezioni. Una decisione che arriva a seguito di una sentenza sulla morte di un ragazzo investito fuori da scuola 15 anni fa. La diffusione della notizia ha ovviamente portato con sé una serie di pareri discordanti e sono molti i genitori che si sono mobilitati contro questa iniziativa. Su Change.org si avvicina alle 50mila firme la petizione “Bambini autonomi o abbandono di minore?”

Leggi tutto
La circolare della discordia: perché i bambini non possono tornare a casa soli da scuola?

Anna, una buona notizia che si rinnova ogni giorno

Guido Marangoni e la sua famiglia raccontano in una seguitissima pagina Facebook, e ora anche in un libro, la loro vita assieme alla figlia più piccola, affetta da sindrome di Down

Domenica 8 ottobre è stata celebrata la Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down e nella seguitissima pagina Facebook Buone notizie secondo Anna” Guido e Daniela Marangoni, i genitori di Anna, 3 anni, hanno scritto: «Non è la nostra festa, ma è una giornata di sensibilizzazione, un’occasione per parlarvi di noi e per parlare con noi, magari per abitare insieme quella zona di imbarazzo che spesso evitiamo, ma dove possiamo incontrarci». Perché è proprio con l’idea dell’incontro che la coppia ha dato vita due anni fa a questa pagina fan, ed è sempre con l’idea di incontro che da pochi giorni si trova in libreria Anna che sorride alla pioggia, storia di calzini spaiati e cromosomi rubati (da Sperling & Kupfer).

Leggi tutto
Anna, una buona notizia che si rinnova ogni giorno

Spazio per l'ozio nell'agenda dei bambini

Decine di attività caratterizzano la settimana dei bimbi d'oggi, ma qual è il confine fra stimolare i loro interessi e sovraccaricarli? Lo stress è dietro l'angolo, e spesso nasce da noi adulti.

  • Data:06.10.2017
  • Autore:Lucrezia Islam - psichiatra del Policentro Pediatrico di Milano
  • Argomento: Cose di tutti i giorni

«Mamma, giochiamo?», «Ma sei impazzito?! Vestiti subito che dobbiamo andare a calcio, se no poi facciamo tardi per andare a prendere tua sorella a danza, e finisce che non riuscite a completare i compiti per il corso di mandarino, e poi addio piscina del sabato mattina!». Esagerato? Forse, ma non così distante dalla realtà. Negli ultimi anni le agende dei bambini sono diventate sempre più fitte di impegni, tra sport, musica, corsi di lingue e "play date" organizzati dai genitori. Ma qual è il confine fra assecondare e stimolare gli interessi dei bambini, e sovraccaricarli?

Leggi tutto
Spazio per l'ozio nell'agenda dei bambini

Utilizzando il nostro sito web si acconsente all'impiego di cookies in conformità alla nostra politica sui cookies   Ok